Fuorisalone 2015: i 5 quartieri da non perdere

di
Fuorisalone-2015
@Angelo Amboldi

Milano è considerata la città più europea d’Italia non solo per la sua posizione geografica, ma anche e soprattutto per la quantità e qualità degli eventi proposti. Sport, arte, moda e soprattutto design.

E sarà proprio quest’ultimo a farla da protagonista (come accade ormai da più di 50 anni) dal 14 al 19 di Aprile con la Milano Design Week, uno degli eventi più importanti a livello mondiale interamente dedicato al design e all’arredamento.

Per chi non sapesse di cosa sto parlando, immaginate di mettere insieme un evento fieristico ufficiale (il Salone Internazionale del Mobile) e un insieme di eventi collaterali che coinvolgono un’intera città (il Fuorisalone); mescolate bene e avrete il mix perfetto della Milano Design Week.

Il Salone del Mobile nasce negli anni ’60 come mostra dell’arredamento e allestimento a cui, a partire dagli anni ’80, si affiancano un insieme di eventi collaterali spontanei promossi dalle aziende dell’arredamento e del design che decidono di mostrare i propri prodotti negli showroom o in altre location prestigiose del centro cittadino.

Nasce così il Fuorisalone, che negli anni cresce in dimensioni ed importanza tanto da superare la fama del Salone ufficiale.

E se il Salone del Mobile è il luogo degli addetti ai lavori, il Fuorisalone è l’evento al quale si va perché ci vanno tutti.

Fare una lista dei quasi mille appuntamenti in programma per il Fuorisalone 2015 è praticamente impossibile. La cosa migliore è ragionare “per zone”. Vediamo allora quali sono i 5 quartieri da non perdere se volete andare a caccia di eventi e sentirvi dei veri design addicted.

1. Fuorisalone 2015: Tortona e dintorni

Se è la prima volta che girate per il Fuorisalone (ma anche la seconda, la terza…) la vostra prima tappa sarà la zona di via Tortona e dintorni, l’area cittadina che per prima ha raccolto fuori dal Salone ufficiale brand del design italiano, designer di fama internazionale e giovani talenti. Il tutto in suggestivi spazi ex industriali adibiti ad area espositiva. Tortona è da sempre una destinazione tra le più attese, visitate e suggestive.
Da non perdere l’area espositiva Superstudio Più che festeggia i 15 anni da protagonista del design internazionale con 10.000 mq di spazi espositivi. Qui potrete trovare la più interessante produzione italiana ed internazionale, ma anche progetti e proposte. Da visitare anche il Design Center Ex Ansaldo, dove a farla da padroni sono l’informazione, la sperimentazione e l’aggregazione con uno spazio coworking accessibile a tutti.

2. Fuorisalone 2015: Brera Design District

Sesta edizione per la zona espositiva di Brera Design District che l’anno scorso ha accolto 140mila persone. Brera, il quartiere in cui arte, moda e design si intrecciano, ospita showroom prestigiosi che in occasione del Fuorisalone aprono le loro porte ospitando eventi e protagonisti del design. Attesi per il 2015 il designer Luca Nichetto (quello del tavolino BonBon) e l’artista Patrick Tuttofuoco. Molti anche i collettivi di artisti e designer stranieri che esporranno in questa zona della città. Sicuramente da vedere “Orto tra i cortili”, l’intervento che lo studio di architettura Piuarch (via Palermo, 1) realizzerà in occasione del Fuorisalone, convertendo i 300 mq del tetto dell’edifico che ospita lo studio in orto permanente.

3. Fuorisalone 2015: Triennale di Milano

Della Triennale di Milano si può dire che è la casa del design per tutto l’anno e durante il Salone del Mobile ancora di più, con eventi ed iniziative che spesso non si esauriscono nei sei giorni di fiera.
Due le mostre più importanti che verranno inaugurate in occasione del Fuorisalone e che sono strettamente connesse ad Expo: Arts & Foods, 7.000 mq in cui attraverso opere, oggetti e documenti si metteranno in mostra i differenti linguaggi con cui è stato raccontato il cibo sin dal 1851 (anno della prima Expo), e Cucine e Ultracorpi, 350 opere (oggetti e stampe) che testimoniano il rapporto tra design e cucina (dai frigoriferi ai robot da cucina, passando per i tostapane).

4. Fuorisalone 2015: Ventura Lambrate

Immaginate un’area industriale a nord-est di Milano che per sei giorni si trasforma in un vivace distretto creativo, tra happy hour ed esposizioni di designer italiani ed internazionali.
Forse proprio per la sua collocazione periferica, la zona di Ventura Lambrate si propone come la frontiera della sperimentazione e dell’innovazione. Anche qui non mancheranno mostre, eventi e workshop. I temi saranno quelli della creatività, della ricerca, dello scambio e dell’ospitalità.

5. Fuorisalone 2015: Porta Venezia

Design, arte e architettura Liberty (che qui si trova in abbondanza) si incontrano nella zona di Porta Venezia in Design. A Porta Venezia hanno la loro sede importanti aziende del design/arredo e si trovano numerose gallerie d’arte e centri culturali che ospiteranno mostre ed eventi. A questi si affiancherà il percorso food&wine, che coinvolgerà locali e ristoranti con menù ideati appositamente per il Fuorisalone e mostre d’arte legate al food-design (tema di grande attualità in occasione di Expo). Non perdetevi infine i tour gratuiti che il FAI-Fondo Ambiente Italiano organizza in 15 edifici Liberty situati in questa zona.

Se vi siete fatti un’idea e non vedete l’ora di entrare nel magico mondo del design non vi resta che procurarvi un paio di scarpe comode, una cartina e andare a caccia degli eventi del Fuorisalone 2015.
Ci vediamo lì!

Segnala un errore

Tags:

Ama leggere, scrivere, parlare, organizzare. Pedala, cammina, racconta storie, ascolta musica. Event manager freelance e speaker in una delle ultime radio libere italiane. Per Le Nius si occupa della grafica e racconta i suoi viaggi (...e non solo).

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi

turismo in usa

Trend del turismo in USA all’era di Trump: West o East Coast?

Qualche cambiamento negli Stati Uniti di Trump si avverte anche a livello turistico, con un trend di crescita del turismo internazionale debole. Come è cambiato il turismo internazionale in USA? Quanti europei hanno scelto gli USA per le loro vacanze? E per quali mete?
Torna su