Frittata di ceci vegana2 min read

26 Marzo 2014 Cucina -

Frittata di ceci vegana2 min read

Reading Time: 2 minutes

[divider scroll_text=”Veg à porter: ricette”]

La ricetta per la frittata di ceci non è frutto dell’alacre ed encomiabile sforzo dell’intelligence vegana per trovare aggreganti diversi dalle uova al fine di s̶a̶l̶v̶a̶r̶e̶ ̶i̶l̶ ̶m̶o̶n̶d̶o̶ potervi dire compiaciuti “Ti è piaciuto? L’ho fatto senza uova, con la rugiada di fiori di cardo notturno birmano”.Essa è infatti una delle tantissime varianti delle “panelle” siciliane o della “farinata” genovese. Le panelle sono lo street food palermitano ben diffuso in tutto il sud Italia, fritto e spesso mangiato infilato in una “mafalda”, un panino morbido ai semi di sesamo. La farinata invece è una specie di torta bassa, cotta al forno, fatta solo di farina di ceci, acqua e rosmarino (talvolta).

frittata di ceci vegana e senza uova panelle o farinata
@mat’s eye

Oggi optiamo per la versione in padella, né fritta come le panelle né cotta al forno come la farinata. Una terza alternativa. Proprio come una frittata.

Buonissimo anche come secondo piatto o aperitivo alternativo da veri hipsters radical-chic equo-solidali. Proviamo a darci un tono insieme, preparandole.

Magari mettiamo della musica veramente ma veramente terribile come sottofondo. Quella canzone che avete in playlist perché fa cool ma in realtà non ascoltate mai andrà benissimo.

Ricetta per la frittata di ceci vegana (senza uova)

Dosi per 2-3 persone

Preparazione:

  • una tazza da tè di farina di ceci
  • mezzo porro
  • un cucchiaio di curry
  • olio extra vergine di oliva
  • semi di finocchio (o di sesamo)
  • sale q.b.
  • 6 cucchiai di acqua

1. In una padella antiaderente munita di coperchio mettiamo a riscaldare l’olio e ci facciamo soffriggere per 3 minuti il porro tagliato a rondelle con i semi di sesamo, il curry e un pizzico di sale.2. Nel frattempo, in un recipiente capiente mettiamo la farina di ceci e un cucchiaino raso di sale, aggiungendo acqua a filo e mescolando per evitare di formare grumi, fino a quando il composto non avrà una consistenza a metà tra lo yogurt liquido e il dressing per insalate.

3. Aggiungiamo un altro filo d’olio nella padella e quando sarà ben caldo versiamo il composto sul letto di porri soffritti. Chiudiamo con il coperchio e cuociamo a fiamma bassa finché la parte superiore non si sarà solidificata. Dopodiché, giriamo la frittata aiutandoci col coperchio (o con un gesto atletico se ne siete capaci – fateci un filmato) e proseguiamo la cottura per altri .

4. Tamponiamo con della carta da casa l’olio in eccesso: la nostra frittatina di ceci è pronta e dovrebbe essere croccante fuori e tenera dentro come il cuore dei cattivi dei cartoni anni ’80.

5. Serviamo la frittata di ceci e facciamo una bella foto per Instagram da postare con l’hashtag #vegetarianocasual per vincere un calendario cinese dell’anno scorso che sarà l’invidia di tutti i vostri amici.

Foto in copertina | themonnie

CONDIVIDI

Mercante di parole giramondo. Mentre si dedicava allo studio delle humanae litterae nascosto dentro una giara di rupie, è naufragato sulle coste dell’arcipelago giapponese dov’è scampato alla morte venendo colpito in testa da un funghetto 1UP. Ha divorziato dai carboidrati complessi e benché si possa pensare che sia pigro, tecnicamente è solo impostato in modalità risparmio energetico perché mangia solo cibo ipocalorico.
7 Commenti
  1. Francesca Ghedini

    Ahahahah che subdoli questi vegani! Schierano addirittura il cardo birmano!

  2. VegAdolescente

    Ciao, ma le dosi per quante persone sono? Grazie!

    • Luca Bertieri

      Ciao VegAdolescente, dosi per una frittata piuttosto grande. Direi 2-4 persone a seconda della fame :)

  3. gloria

    Grazie per la ricetta, sono vegetariana ma non ancora vegan anche se li ammiro enormemente e trovo davvero di cattivo gusto il vostro sarcasmo . Sono rimasta spiacevolmente sorpresa di questo cinismo gratuito.

    • Luca Bertieri

      Cara GIoria, sono contento ti sia piaciuta la ricetta - io sono vegano, voleva essere un po' di autoironia, nessun sarcasmo o cinismo! L'impegno di chiunque cerchi di portare meno ingredienti di origine animale in cucina ai miei occhi è encomiabile.

  4. giulia

    come è buona la farinata!!!!!!!!!non c'è niente di meglio.Proprio nel forno.

  5. Jeffrey Goines

    bravo !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

TORNA
SU