Festival del cinema di Venezia 2015: anticipazioni

di

festival cinema venezia 2015 anticipazioniVenezia, si sa, non è solo gondole e carnevale e per noi cinefili l’evento più atteso dell’anno è il Festival del Cinema: la 72esima edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica si svolgerà anche quest’anno al Lido dal 2 al 12 settembre, sotto lo sguardo sfuggente di Nastassja Kinski, scelta per il cartellone del 2015.

Il programma ufficiale del festival del cinema di Venezia 2015 uscirà solo il 29 luglio, ma nel frattempo possiamo iniziare con qualche antipasto e farci ingolosire da alcune anticipazioni.

Festival del cinema di Venezia 2015 anticipazioni

La più ghiotta finora riguarda il film d’apertura, Everest. Diretto dall’islandese Baltasar Kormákur e con un cast notevole (Jason Clarke, Josh Brolin, John Hawkes, Robin Wright, Michael Kelly, Sam Worthington, Keira Knightley, Emily Watson e Jake Gyllenhaal), il film racconta le vicende di due spedizioni che, nel tentativo di raggiungere la vetta, si ritrovano nel mezzo di una violentissima tempesta di neve. La priorità sarà dunque sopravvivere.

Il film si ispira agli eventi accaduti il 10 e l’11 maggio 1996, in cui persero la vita otto persone.

Le riprese in esterna si sono svolte in Nepal, alle pendici dell’Everest, luoghi successivamente messi a dura prova dal recente terremoto e sulle Alpi italiane.
Se non potrete essere presenti alla prima mondiale del 2 settembre al Lido, niente paura: l’uscita nelle sale italiane è prevista per il 24 settembre*.

festival cinema venezia 2015 anticipazioniÈ stata scelta anche la madrina di questa edizione, una ancora sconosciuta ai più: Elisa Sednaoui, 27 anni, modella per grandi stilisti come Dolce&Gabbana e Moschino e successivamente attrice di film (Soap Opera di Alessandro Genovese). Sguardo magnetico e bellezza acqua e sapone, scopriremo se Elisa è anche simpatica e di spessore.

festival cinema venezia 2015 anticipazioniDi fama mondiale è invece il Presidente della Giuria, il regista premio Oscar Alfonso Cuarón (Gravity). Attendiamo di conoscere anche i nomi degli altri giurati.

A ricevere il Leone d’Oro alla carriera quest’anno sarà il regista francese Bertrand Tavernier, che nel 1984 vinse la Palma d’oro a Cannes con Una domenica in campagna e nel 1995 a Berlino si aggiudicò l’Orso d’oro con il poliziesco L’esca.

Nel frattempo sul web si scatenano i pronostici per i possibili film in concorso e non.
Sbirciando di qua e di là, possiamo segnarci su un post-it alcuni rumors.

Per gli italiani si parla di Sangue del mio sangue di Marco Bellocchio con Alba Rohrwacher e Filippo Timi, A Bigger Splash di Luca Guadagnino (regista di Io sono l’amore, presentato Venezia nel 2009)  con Ralph Fiennes, Dakota Johnson e Tilda Swinton, L’attesa dell’esordiente Piero Messina, con Juliette Binoche e Suburra di Stefano Sollima (Gomorra – la serie e Romanzo Criminale – La serie)

Per i film stranieri, invece, potremmo aspettarci The Martian di Ridley Scott, con Matt Damon e Jessica Chastain (che detto così sembra la copia di Interstellar di Nolan, ma speriamo bene), Last Face di Sean Penn, con nel cast l’ormai ex fidanzata Charlize Theron e Javier Bardem, The Program di Stephen Frears, The Trap di Harmony Korine con Idris Elba, Benicio Del Toro, Al Pacino, Robert Pattinson e James Franco, Regression di Alejandro Amenábar e Love & Peace o Shinjuku suwan di Sion Sono.

Per le conferme e le smentite, non resta che attendere il 29 luglio.

*Se siete particolarmente interessati all’argomento montagna, vi consiglio di recuperare il bel documentario The Summit che racconta, attraverso le testimonianze dei sopravvissuti, la tragedia del K2 avvenuta nel 2008, in cui persero la vita undici persone.

Segnala un errore

Una laurea in linguaggi dei media e un diploma di montaggio alla Civica di Cinema. Poi uno stage a Nocturno, tra Lucio Fulci e Rob Zombie e uno al TG5, tra George Clooney e Madonna. Approda a Iris (Mediaset) come assistente alla regia. Ora autrice televisiva e filmmaker. Divoratrice di film più che mangiatrice di uomini.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi

recensione silence

Silence, parola di Scorsese

Silence, di Martin Scorsese, è un film di 160' capace di parlare allo spettatore occidentale della sua spiritualità raccontando un evento storico distante nel tempo e nello spazio.
Torna su