Fantacalcio 2015: aste vere a mercato chiuso

di
Fantacalcio 2015
@acmilan.com

È tempo di aste per il Fantacalcio 2015, di quelle vere. Quelle nelle leghe tra amici, solitamente programmate dopo l’inizio del campionato per aspettare chi ha preso le ferie a settembre e poter prendere decisioni a mercato chiuso.

Biabiany al Parma, dove giocherà sempre, non vale quanto averlo al Milan, con una concorrenza che sarebbe stata diversa. È il percorso che toccherà a Giacomo Bonaventura, atteso al primo ballottaggio in attacco per un posto contro il Parma. Qualcuno rinvierà alla terza giornata, altri si sono seduti in questi giorni attorno a un tavolo muniti di carta, penna, quotazioni e (perché no?) le nostre indicazioni su come organizzarsi per creare una squadra equilibrata.

Fantacalcio 2015: dai portieri agli attaccanti

I primi ostacoli sono già dietro l’angolo e in mezzo alla porta. Chi ha puntato su Simone Scuffet ha in mano al momento un secondo portiere, per di più infortunato. Stramaccioni ha infatti puntato su Karnezis. Occhio anche alla possibile rimonta di Marchetti su Berisha alla Lazio e al ballottaggio Sportiello-Avramov a Bergamo.

In difesa, l’ultimo giorno di calcio mercato ha regalato ai tifosi della Fiorentina l’arrivo di Micah Richards. Martoriato dagli infortuni, potrebbe diventare un’arma importante se dovesse mettersi alle spalle anni di acciacchi assortiti. Bene l’esordio di Manolas a Roma, mentre per chi ha puntato sulla coppia della Juventus formata da Barzagli e Chiellini ci sarà ancora da aspettare. I due sono entrambi ai box per infortunio, il primo viene da un lungo stop. Se potete prenderli più avanti, per ora passate la mano o prendete l’affidabilissimo Caceres. Chi ha puntato su Vidic ha già perso un giocatore per il weekend appena cominciato. Espulso a Torino, non ci sarà contro il Sassuolo. Chance per Andreolli, se sfonda può diventare un nome a sorpresa e sostituire l’incerto Ranocchia nelle gerarchie. Nella prima giornata è piaciuto moltissimo Zapata, che a sorpresa potrebbe restare fuori. Da scartare l’opzione De Vrij, contro il Milan è stato il dodicesimo uomo dei rossoneri. Malissimo Koulibaly, che sta tradendo le attese. Benitez sembra intenzionato a puntarci di nuovo, non che le alternative abbondino. Attenzione al ritorno di Zuniga.

A centrocampo la sorpresa potrebbe essere D’Alessandro, che sta scalando le gerarchie a Bergamo, oppure Crisetig nella stessa partita (Cagliari-Atalanta). Fuori Vidal, a Torino ci sarà curiosità per Guilherme. Stramaccioni lo ha già incoronato, per lui è già tempo di esami importanti contro la Juventus. Da verificare Kovacic a San Siro: ultimamente azzecca una partita ogni due e non più una ogni cinque. Ha steccato la prima, se tiene fede alle recenti statistiche può essere un’opzione interessante. Lo è sicuramente Honda, visto il periodo di forma. Approfittatene, non è detto che duri per sempre.

Fantacalcio 2015
@calciostreaming

In chiave Milan brutte notizie per i fan di El Shaarawy: è già ai box, trovate un sostituto. Nella stessa partita ci sarà Cassano, già in rete da ex nello scorso campionato. Se cercate un attaccante provate con Quagliarella. Contro l’Inter si è avvicinato al bersaglio più volte, stavolta può essere che lo centri. La difesa della Samp non è un castello inespugnabile. Per gli amanti dei “sempreverde” c’è Totò Di Natale. Immarcescibile. Un vino frizzante di quasi quarant’anni, l’alternativa calcistica al Dom Perignon.

Se avete i giocatori contati non puntate su Fiorentina-Genoa. Gasperini cambia formazione come i calzini e i viola sono ancora alla ricerca di una stabilità, per cui i titolari fissi non sono molti. L’inferiorità numerica sarebbe più di una possibilità.

Fantacalcio 2015: consigli per il weekend

Portiere: Padelli (Torino); meritatamente in nazionale dopo un pre-campionato e un playoff di Europa League di altissimo livello. In crescita e in fiducia.

Difensore: Lichtsteiner (Juventus); devastante già alla prima giornata. Una certezza pari alle tasse. Gli avversari pagano sempre.

Centrocampista: Nainggolan (Roma); il motivo per cui Strootman può tornare nei tempi previsti, senza affrettarsi, è che alle sue spalle ci sono fior di giocatori. Il belga ha cominciato l’annata con un gol e un assist. Fate vobis.

Attaccante: Sansone (Sassuolo); tre gol all’Inter nella sua breve carriera. L’impegno non è semplice, ma se i neroverdi segnano lui è in prima fila.

Segnala un errore

Realizzatore di sogni parzialmente mancato, giornalista sportivo riuscito. Segno che qualcosa è andato per il verso giusto, dai venti in poi. Sostenitore convinto della necessità di pensare e divulgare, meglio se in un pub, peggio se in discoteca. Scrittore per diletto, con la fortuna di vivere del mio lavoro.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi

Torna su