Fantacalcio 2015: asta, come costruire una squadra vincente

di

Leggi la guida di Le Nius per il Fantacalcio 2017-2018

1. Come costruire una squadra perfetta
2. Come scegliere i portieri
3. Come scegliere i difensori
4. Come scegliere i centrocampisti
5. Come scegliere gli attaccanti

Fantacalcio 2015: asta, come costruire una squadra vincente
@Calcio Streaming

Dieci giorni di strategie e poi si farà sul serio. Il calcio d’agosto volge al termine e così la fase di studio in vista dell’asta per il Fantacalcio 2015. La Serie A ha perso alcuni elementi storici, per fine carriera e anzianità (i vari Zanetti o Milito nell’Inter) o per l’intervento di squadre più appetibili delle nostre (il Dortmund si è preso Immobile, capocannoniere dell’ultimo campionato). Una delle capacità di un bravo “fantatecnico” deve essere quella di cambiare strategia di estate in estate, ma una regola vale sempre: serve equilibrio. Dai portieri agli attaccanti, passando per centrocampo e difesa, bisogna essere bravi a bilanciare le spese per non ritrovarsi con una squadra monca e in costante difficoltà nello schierare undici giocatori.

[Clicca qui per i consigli sull’asta del Fantacalcio 2016]

Le Nius vuole aiutarvi a non farvi trovare impreparati al momento della battaglia tra offerte, rilanci e controrilanci. Lo schema che troverete qui sotto vale per ogni tipo di budget, essendo costruito sulle percentuali. Che voi abbiate un tetto di 250, 300 o 800 fantamilioni poco importa. L’importante è non sforare di troppo rispetto alle varie tipologie di giocatore. Schierando il 3-4-3, modulo che consente di avere più giocatori offensivi possibili a meno di regole interne differenti, queste basi dovrebbero aiutarvi a partire con il piede giusto.

Fantacalcio 2015: asta, come costruire una squadra vincente

Portieri

Una scelta fondamentale per non rendere inutili i bonus guadagnati dai giocatori di movimenti. Il portiere, infatti, vive più sui minus che riesce a evitare che non sulle più rare giornate di gloria (un rigore parato, la porta inviolata). Un estremo difensore che strappa una media fantacalcistica del 6 a fine stagione è un miracolo. Per non trovarvi con le tasche già bucate in partenza, dando per scontato che ogni asta inizi dai numeri 1, vi consigliamo di non andare oltre il 10 % della vostra spesa, prendendo il “grande nome” e aggiungendo le sue due riserve nel club di appartenenza. Buffon, Storari e Rubinho sembrano al momento il terzetto migliore. C’è anche chi preferisce prendere due o addirittura tre titolari, operazione che sconsigliamo perché costosa e poco affidabile. Potrebbero infortunarsi o perdere il posto entrambi, caso raro ma che vi porrebbe in una difficile posizione per tutto il campionato.

Difensori

Fantacalcio 2015: asta, come costruire una squadra vincente
@betancourt

Il 20 % del budget predefinito dovrebbe bastare. Prendete un giocatore in grado di garantire gol, assist o entrambi (Lichtsteiner è la miglior sintesi), una specie di “bomber arretrato” e aggiungete un centrale solido, dalla media voto costante. Il terzo difensore titolare, per non rimanere a secco, deve essere una sorpresa; potrebbe trattarsi del Koulibaly della situazione, per citare un giocatore già suggerito tra gli 11 acquisti a basso costo, che ben sta giocando questo precampionato. Per le riserve affidatevi a giocatori di esperienza (come Rafa Marquez o Paolo Cannavaro) con il posto assicurato, solitamente rintracciabili tra le squadre di medio-bassa classifica, e prendete un paio di giovani di belle speranze o le classiche pedine in uscita dalle “grandi” che cercano riscatto altrove. Sulla carta non dovrebbero costarvi un occhio della testa. Riteniamo che la difesa sia il reparto che ha accolto dal mercato estero gli elementi più interessanti.

Centrocampisti

Fantacalcio 2015: asta, come costruire una squadra vincente
@Calcio Mercato

Il primo centrocampista deve essere una sorta di quarto attaccante, l’ala di turno o la seconda punta non inserita tra i giocatori più offensivi per qualche strano motivo. Cuadrado è l’emblema, sempre che rimanga a Firenze. Avere un giocatore del genere in rosa vi permetterà di schierare un “3-3-4” mascherato. Anche il secondo centrocampista deve avere un certo fiuto del gol, pur partendo da una posizione arretrata. Essendo un centrocampista vero e non un attaccante di fatto dovrebbe avere un costo minore. Occhio ai “medianacci” dal gol facile: segnano tanto ma prendono anche un sacco di rossi e gialli, rischiano di diventare un boomerang. Completate il quartetto con un paio di elementi dal 6,5 tranquillo, generosi ma corretti portatori d’acqua o intelligenti ragionatori di centrocampo. Se proprio dovete prendere qualcuna che “randella” fategli posto in panchina, così da avere le spalle coperte a livello numerico. In tribuna via alle sorprese e ai talenti in rampa di lancio: il giovane svedese Quaison appena acquistato dal Palermo può essere un esempio, così come Diego Laxalt (passato dall’Inter all’Empoli). In generale non dovreste superare il 30% del vostro budget.

Attaccanti

Fantacalcio 2015: asta, come costruire una squadra vincente
@Valter Parisotto

La zona del campo più importante del gioco, quella che può garantirvi punti a volontà. Dovrebbe valere più o meno il 40% della spesa totale. La prima regola è che è meglio un “top player” vero e proprio, piuttosto che due giocatori che faticano a mettere insieme venti gol. La riuscita del vostro “fantamercato” passa dall’abilità che avrete nel riconoscere il bomber a sorpresa della stagione. Se difficilmente giocatori come Tevez o Higuain vi tradiranno, per azzeccare il secondo attaccante vi servirà molto più fiuto. Serve capire chi può riscattarsi da una stagione di infortuni o di poche presenze e rilanciare la propria carriera o chi, come Toni a Verona, vivrà una seconda giovinezza. Quagliarella, avviato a una stagione da titolare fisso al Torino, potrebbe essere una buona scelta. Ancora più difficile sarà pescare l’ultimo giocatore del terzetto offensivo e la vostra prima riserva, magari tra i giovani che possono esplodere o guardando alle squadre che lottano per la salvezza. Alzi la mano chi aveva pronosticato i 16 gol in campionato di Berardi un anno fa. Ecco, quello è il vostro uomo. Se avrete fatto bene i conti potrebbe rimanervi qualcosa nel portafoglio per aggiungere un altro attaccante di buon livello, mentre per il sesto e ultimo elemento dovrete proprio centrare il colpaccio. Un’improvvisa esplosione di Tounkara alla Lazio, ad esempio. Non è un’ipotesi così remota.

Fantacalcio 2015 asta
@Aleks_Kuntz

Se vi siete persi per strada, ecco una tabella in grado di rinfrescarvi le idee. In bocca al lupo!

Portieri: percentuale del budget: 10 %

Top player: 9 %. Esempi: Buffon, Handanovic

Prima riserva: 0,5 %.

Terzo portiere: 0,5 %.

Difensori: percentuale del budget: 20 %

Top player: 6 %. Esempi: Lichtsteiner, Benatia, Gonzalo Rodriguez.

Secondo titolare: 5 %. Esempi: Vidic, Chiellini, Albiol.

Terzo titolare: 3 %. Esempi: Koulibaly, De Maio, Basanta.

Prima e seconda riserva: 2 %. Esempi: P. Cannavaro, Marquez, Danilo.

Rincalzo: 1 %. Secondo e terzo in tribuna: 0,5%. Esempi: Laurini, Feddal, Capelli.

Centrocampisti: percentuale del budget: 30%

Top player: 8%. Esempi: Cuadrado, Candreva, Mertens.

Secondo titolare: 6%. Esempi: Pogba, Pjanic, Hernanes.

Terzo e quarto titolare: 4 %. Esempi: Borja Valero, De Rossi, Cigarini.

Prima riserva: 3 %. Esempi: De Jong, Conti, Nocerino.

Seconda riserva e rincalzo: 2 %. Tribuna: 1%. Esempi: Quaison, Laxalt, Obbadi.

Attaccanti: percentuale del budget: 40%

Top player: 14 %. Esempi: Tevez, Higuain, Di Natale.

Secondo titolare: 10 %. Esempi: Quagliarella, Gomez, El Shaarawy.

Terzo titolare e prime due riserve: 5%. Esempi: Keita, Okaka, Tavano.

Tribuna: 1%. Esempi: Tounkara, Mastour, Sanabria.

Leggi anche:
Consigli Fantacalcio 2016: 10 sorprese
Consigli asta Fantacalcio 2016

Immagine| @Aleks_Kuntz

Segnala un errore

Realizzatore di sogni parzialmente mancato, giornalista sportivo riuscito. Segno che qualcosa è andato per il verso giusto, dai venti in poi. Sostenitore convinto della necessità di pensare e divulgare, meglio se in un pub, peggio se in discoteca. Scrittore per diletto, con la fortuna di vivere del mio lavoro.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi

Torna su