Elezioni Amministrative: la Basilicata al voto

di

basilicata

Domenica e lunedì si voterà in Basilicata per il rinnovo del Consiglio regionale, ridotto per la prima volta da 30 a 20 componenti, e per l’elezione del presidente. Si torna alle urne dopo le dimissioni di Vito De Filippo (PD) rassegnate a fine aprile scorso in seguito all’emersione dello scandalo dei rimborsi truccati che ha coinvolto in modo trasversale esponenti di destra, di centro e di sinistra.

Le polemiche però, sembrano destinate ad investire anche la futura amministrazione. A denunciare presunte irregolarità nella raccolta delle firme per la presentazione delle liste sono ancora una volta i radicali che in Basilicata si presentano col simbolo de La Rosa nel Pugno.

Potenza come Milano a dimostrazione che, in politica, il rispetto delle regole è un optional tanto al sud quanto al nord. I candidati alla presidenza sono 8:

Marcello Pittella, fratello del più noto europarlamentare nonché candidato alle primarie del Pd Gianni, per il centrosinistra.

Salvatore Tito di Maggio, senatore eletto con Scelta Civica, è il candidato del Pdl Udc e Fratelli d’Italia.

Florenzo Doino è il candidato del Partito Comunista dei Lavoratori.

Doriano Manuello è sostenuto dalla lista Matera si Muove.

Maria Murante è la candidatura proposta da Sel.

Franco Grillo è il candidato della lista Movimento Grillo e Pensioni, accusata di essere una lista civetta.

– Il movimento 5 stelle propone Piernicola Pedicini

– Infine, Elisabetta Zamparutti correrà per la Rosa nel Pugno.

E’ stata invece esclusa la lista la Destra Fiamma Tricolore che candidava Leonardo Rocco Tauro e non potrà partecipare alle elezioni nemmeno il tenente Giuseppe di Bello essendo stata ricusata anche la lista Basilicata 2.0. La vicenda del tenente di Bello è però interessante e pone diversi spunti di riflessione.

In origine, infatti, Di Bello avrebbe dovuto essere il candidato presidente del Movimento 5 stelle avendo vinto le primarie online. In un primo momento è stato escluso, a quanto pare, per via della condanna precedentemente subita in primo grado a 2 mesi e 20 giorni per rivelazione di segreto d’ufficio. Il tenente di polizia provinciale si sarebbe reso colpevole, insieme al radicale Maurizio Bolognetti, di aver effettuato a proprie spese delle analisi sulle acque della diga del Pertusillo denunciandone l’inquinamento all’opinione pubblica.

Il movimento si sa, ha fatto della legalità la sua bandiera e non fa sconti a nessuno nell’applicazione ottusa di un principio sbagliato secondo il quale qualunque condanna penale inibisce la partecipazione alle elezioni.

Segnala un errore

L’inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n’è uno, è quello che è già qui, l’inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l’inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all’inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio. (Italo Calvino)

2 Comments

  1. Si tratta ovviamente di Pertini, al quale Grillo non avrebbe fatto mancare la tristissima abitudine, che lo accomuna al fu Emilio Fede, di modificare i cognomi dell’avversario politico…

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi

come è cambiato il voto degli italiani

Come è cambiato il voto degli italiani negli ultimi dieci anni

Negli ultimi dieci anni il voto degli italiani ha abbandonato i partiti tradizionali per riversarsi sul Movimento 5 Stelle. Quali sono le dimensioni del fenomeno? Quanti voti hanno perso centrodestra e centrosinistra? Quanto è cresciuto il partito dell'astensionismo? Un po' di numeri per orientarsi.
giochi referendum costituzionale

I giochi del referendum costituzionale

Il referendum costituzionale (e la sua campagna di comunicazione) raccontato attraverso alcuni classici giochi in scatola, da Othello a Civilization.
Torna su
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: