10 donne che hanno rivoluzionato la scienza23 min read

17 Agosto 2021 Genere -

di -
Antropologa

10 donne che hanno rivoluzionato la scienza23 min read

Reading Time: 17 minutes

3. Donne nella scienza: Elizabeth Garrett Anderson

Elizabeth Garrett Anderson

Elizabeth Garrett Anderson (1836-1917) è stata la prima chirurga inglese e prima sindaca d’Inghilterra. Nata nel 1836 a Londra, è seconda di 11 fratelli, figli di un banchiere di successo di aperte vedute. Elizabeth fin da ragazza viene incoraggiata a interessarsi della politica locale e a esplorare i luoghi della città liberamente.

Dopo un periodo di studio in casa con la madre e poi con un’istitutrice, a Elizabeth viene concesso di iscriversi a un collegio femminile privato per proseguire la sua istruzione. La ragazza ha un’indole attiva e curiosa, e non si attiene alla vita domestica. Sempre alla ricerca di nuovi stimoli intellettuali, nel 1854 conosce Emily Davison, la prima attivista inglese per i diritti delle donne: l’incontro è determinante, visto che le due fonderanno insieme il Girton College, università riservata alle donne, a Cambridge.

Nel 1859 conosce Elizabeth Blackwell, la prima donna divenuta medica negli Stati Uniti, e l’incontro sarà un’altra fonte di ispirazione. Garrett Anderson è interessata alla questione lavorativa femminile e vuole capire come ottenere una maggiore inclusione delle donne nell’istruzione e nelle carriere professionali. In quegli anni, comincia a fare l’infermiera al Middlesex Hospital e si applica negli studi e nella ricerca, nonostante non vi sia posto per le donne in questo campo. Tenta di essere ammessa in una delle varie scuole di medicina britanniche, da Oxford a Cambridge e Edimburgo, ma invano.

Elizabeth continua però a studiare privatamente, e nel 1865 può finalmente sostenere l’esame per esercitare l’attività di medica presso la Società dei Farmacisti. Ottiene la licenza con il massimo dei voti, diventando così la prima donna medica d’Inghilterra.

All’età di 29 anni, non potendo assumere ruoli all’interno degli ospedali in quanto donna, Garrett Anderson apre uno studio privato a Londra. Con la grave epidemia di colera che si verifica nel 1855, lo studio riceve migliaia di nuovi pazienti. L’attività cresce sempre di più, finché decide di aprire una clinica privata dedicata alle donne povere.

Appena viene concesso alle donne di iscriversi alla Facoltà di Medicina a Parigi, Garrett Anderson si reca in Francia e nel 1870 è la prima ottenere la laurea. Negli anni successivi si ristabilisce in Inghilterra, si sposa – in tarda età per l’epoca – a 35 anni, con l’imprenditore James Anderson con il quale avrà tre figli.

Nel 1874 contribuisce a fondare la London School of Medicine per sole donne e ne diventa ben presto un’insegnante. Negli anni continuerà a battersi per un maggiore ingresso delle donne nel settore della medicina. Il costante impegno sociale la conduce presto anche a sbarcare in politica: nel 1908 Garrett Anderson viene eletta sindaca di Aldeburgh, diventando la prima donna inglese a ricoprire tale carica.

Elizabeth Garrett Anderson si unisce insieme alla sorella Millicent – membro attivo del Central Committee of the National Society for Women’s Suffrage – nel movimento per il diritto di voto alle donne. Muore nel 1917 a 81 anni.

CONDIVIDI

Antropologa, si interroga su come la società occidentale possa cambiare il rapporto annichilente che intrattiene con la Terra e gli altri animali. Scrive di questi temi ed è convinta che le scienze sociali dovrebbero dare di più alla divulgazione. marianna@lenius.it
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti alla niusletter e resta aggiornato

TORNA
SU