Cosa è la permacultura? Progettazione e gestione naturale della terra

di
cosa è la permacultura
@Christine und Hagen Graf


La permacultura è in concreto uno stile di vita, notate infatti che il termine usato è “cultura”, non “coltura”.

Un’ottima definizione è data nell’introduzione all’edizione italiana di quella che è la Bibbia in materia, ossia “Introduzione alla permacultura” di Bill Mollison e Reny Mia Slay. Nella prefazione la permacultura è definita come

“…un sistema di progettazione per realizzare e gestire una società sostenibile, è allo stesso tempo un sistema di riferimento etico-filosofico e un approccio pratico alla vita quotidiana: in essenza, la permacultura è ecologia applicata”

Questo metodo è stato sviluppato negli anni settanta proprio da Bill Mollison unendo principi di agricoltura, selvicoltura, biologia, architettura e economia. Si è poi diffuso nel mondo a partire dagli anni ottanta e è ad oggi molto praticato, pur incontrando ancora alcune reticenze.

Il termine permacultura deriva dal corrispondente inglese “permaculture”, un neologismo appositamente coniato dall’unione di “permanent (agri)culture”. I principi base sui quali si fonda sono la sostenibilità e l’etica dell’uso della terra. A stimolare Mollison alla realizzazione di un vero e proprio modello teorico e pratico di tale sistema, è stata in particolare l’esperienza di Masanobu Fukuoka, botanico e filosofo giapponese, pioniere dei metodi di agricoltura naturale detti anche “del non fare”. La coltivazione del terreno secondo metodi naturali prevede infatti il lavoro minimo da parte dell’uomo, solo lo stretto necessario per quelle funzioni nelle quali la natura non provvede.

Altra figura di fondamentale importanza nello sviluppo della permacultura è David Holmgren, che seppure con un approccio diverso, è considerato con Mollison, il padre di questo metodo. Holmgren, agronomo ed ecologo, si è concentrato sulla sperimentazione in vari campi e dopo molti anni dedicati alla ricerca e allo studio, ha pubblicato le sue teorie e le ha applicate nella realizzazione di ecovillaggi, comunità orientate appunto alla sostenibilità e all’ecologia.

Consiglio vivamente la visione di un film/documentario molto interessante e utile per capire in che cosa effettivamente consiste la permacultura, come si realizza, si sviluppa, quali vantaggi ha. Si tratta del documentario “Una fattoria per il futuro” , nel quale Rebecca Hosking, documentarista e naturalista inglese, affronta il tema in forma autobiografica, raccontando il proprio percorso di applicazione di un nuovo modello produttivo nella sua fattoria.

In Italia i punti di riferimento per chi desidera approfondire l’argomento sono due: l’Accademia italiana di permacultura e l’Istituto italiano di permacultura. Spero con questo di avervi dato spunti validi, che vi incuriosiscano e vi stimolino alla ricerca e magari all’applicazione, che vi invitino a coltivare la vostra (perma) cultura.

Segnala un errore

Di professione curiosa e istigatrice tale; di aspirazione narratrice; di indole sognatrice; impegnata in condivisione e comunicazione. Appena posso, viaggiatrice. Laureata in economia dello sviluppo internazionale, senza necessità di collegamento tra il titolo di studio e ciò che svolgo. Seguo la mia strada e mi piace incontrarne tante altre, diverse. A volte mi faccio domande; per fortuna, non ho tutte le risposte.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi

Torna su