Come scegliere il box portapacchi da auto più adatto3 min read

13 Agosto 2021 Uncategorized -

Come scegliere il box portapacchi da auto più adatto3 min read

Reading Time: 2 minutes

Quando si sceglie un’automobile, in genere, si guarda all’uso quotidiano che se ne fa. Chi ad esempio vive in città e non ha una famiglia numerosa, probabilmente opterà per un’utilitaria, una berlina, o un’auto sportiva. Chi vive in montagna potrebbe invece propendere per una piccola 4×4 o un SUV. In ogni caso, viene sempre il momento in cui lo spazio non basta: per le vacanze, per trasportare un acquisto ingombrante o per un trasferimento di lungo periodo.

La soluzione c’è, ed è il box portapacchi da auto, talvolta detto anche guscio o portapacchi da tetto auto. Ne esistono di varie dimensioni, diversi prezzi e livelli di qualità. Il loro pregio è che si possono smontare quando non servono più, recuperando così l’aerodinamicità e l’estetica originale della vettura.

Vediamo ora come fare per scegliere il box più adatto alle nostre esigenze in un mercato ormai ampio e diversificato. Il primo passo è inquadrare bene il bisogno a cui il prodotto dovrà far fronte, cercando di rispondere ad alcune domande:

  • Quanto spesso useremo il box portapacchi? Una volta all’anno, ogni week-end o quotidianamente? Maggiore sarà l’utilizzo, più importante sarà la robustezza e l’affidabilità del prodotto. Per un uso intensivo è consigliabile affidarsi ai marchi che mettono in primo piano la qualità dei materiali e dei dettagli costruttivi come le plastiche, i punti di aggancio alla vettura e le serrature. Un nemico da considerare seriamente è la ruggine, che si forma a causa dell’esposizione alle piogge e all’umidità di alcuni metalli.

Per un uso sporadico sarà sufficiente un prodotto più semplice ed economico.

  • Qual è il volume e il peso che il box dovrà contenere? In commercio ci sono prodotti che hanno una capienza molto diversa, da poco più di 200l a oltre 600l, con ovvie differenze anche nel peso e nelle dimensioni. Lo spazio deve essere sufficiente a coprire le nostre esigenze, ma è importante non fare un acquisto sovradimensionato a cui, tra l’altro, dovremo trovare un ricovero durante i periodi di non utilizzo.
Immagine via sito web www.autoparti.it

 

A proposito di dimensioni, attenzione inoltre all’altezza totale! Con il box portapacchi da auto il nostro mezzo si alzerà, ed è bene considerare le implicazioni, come ad esempio la possibilità di entrare o meno in garage con il guscio montato.

  • Quali sono le distanze che dovremo percorrere? Questo aspetto ci interessa anche per una questione di consumi: se abbiamo in programma di fare migliaia di chilometri in autostrada, l’aerodinamicità del guscio portapacchi da auto è essenziale e si traduce in una differenza di consumi (e di conseguenza di gas di scarico emessi).
  • Qual budget abbiamo a disposizione? Una volta chiariti i punti precedenti, in base a questo parametro dovremo cercare il miglior rapporto qualità – prezzo possibile.

Una volta individuato il box portapacchi da auto che fa per noi, un aspetto da non trascurare è la compatibilità del prodotto con la nostra automobile.

A parte i modelli magnetici, i box portapacchi da tetto auto in genere si ancorano ad apposite barre, fissate alla vettura con sistemi diversi a seconda del modello. Il primo passo, quindi, è verificare di avere a disposizione i punti di ancoraggio necessari ed eventualmente acquistare un kit insieme al portapacchi.

CONDIVIDI
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

TORNA
SU