Come riciclare il pane raffermo: passatelli o torta di pane ?

di


Oggi vi parlo di come riciclare il pane raffermo. A molti di noi capita di comprare più del dovuto e di ritrovarci con scorte di pane secco. Oggi vi proporrò due ricette sfiziose, ne sarà protagonista il pane raffermo sia grattato che in pezzettoni.
La prima ricetta riguarda un piatto che ho conosciuto dopo essermi trasferita nelle Marche ed è un piatto della tradizione culinaria della famiglia di mio marito. Mi riferisco ai passatelli.

I passatelli sono un tipo di pasta, se così possiamo chiamarla, il cui ingrediente principale è il pan grattato. Solitamente vengono cucinati a mo’ di minestra, serviti in brodo di carne, ma che io li ho assaggiati anche asciutti, in primi piatti conditi col pesce o le verdure.
Vi consiglio di provare a farli, perché sono semplici e veloci, e vi faranno fare un figurone con i vostri commensali. Dal ricettario di mia suocera, ecco la ricetta.

Ricetta dei passatelli di pane raffermo

Ingredienti per 2 persone

  • 3 cucchiai abbondanti di pan grattato (non di pane all’olio mi raccomando, ricavato dal pane raffermo e tostato)
  • 3 cucchiai di parmigiano reggiano grattugiato (o una alternativa vegetariana)
  • 3 uova da allevamento all’aperto
  • Sale q.b.
  • Noce moscata un pizzico
  • Scorza di limone un pizzico (se vi piace)

 

Preparazione

In una ciotola mischiare ed amalgamare le uova al parmigiano reggiano e al pan grattato aggiungendo anche il sale, la noce moscata e la scorza del limone. Ottenere un composto umido tipo la pasta frolla.

Avvolgerlo nella carta trasparente e riporlo in frigorifero per un quarto d’ora. Dopo di che prendere uno schiaccia patate a fori e schiacciare l’impasto per ottenere tanti piccoli serpentelli, tagliare la pasta così ottenuta ad una lunghezza di almeno 5 cm.
Ed ecco i vostri passatelli.

come riciclare il pane raffermo
@ci_polla

Li potrete cuocere in abbondante brodo di carne o di pesce. Potete condirli coi sughi più disparati. Noi a casa li mangiamo con un sughetto di radicchio e coda di rospo a pezzetti. Una squisitezza!

La seconda ricetta che voglio proporvi su come riciclare il pane raffermo è la torta della domenica. Mia madre la preparava quando avanzava parecchio pane. Io ho deciso di trasformare la ricetta originale aggiungendo degli ingredienti più sani.

 

Ricetta per la torta di pane

  • 350 g di pane raffermo integrale o di farro o di kamut
  • 1 litro di latte di soia o di riso
  • 2 uova fresche
  • 1 cucchiaio di olio extra vergine di oliva
  • 100 g di uva passa
  • 2 cucchiai di miele
  • 1 cucchiaio di farina di carruba
  • Cannella q.b.
  • 5 noci
  • 5 mandorle sgusciate
  • Scaglie di cioccolato fondente biologico tagliate grossolanamente (quante ne volete)

 

Preparazione
Tagliare il pane raffermo e metterlo in ammollo nel latte caldo con l’uvetta passa precedentemente lavata. Nel frattempo, sbattere le uova col miele, l’olio e la farina di carrube. Quando il pane sarà ammorbidito e raffreddato unirlo agli ingredienti precedentemente amalgamati, aggiungere i pezzetti di mandorle e le scaglie di cioccolato. Dare una bella spolverata di cannella e riporre il composto in uno stampo unto e infarinato. Decorare la torta con i gherigli di noce e cuocere per un’ora alla temperatura di 200/220°C.

come riciclare il pane raffermo
@Janet Hudson

Buon appetito.

E ricordate, il cibo avanzato può essere riciclato in ricette sfiziose e nutrienti, ci vuole solo un po’ di fantasia. Contattatemi con i commenti se vi serve qualche idea su come riciclare il pane raffermo ma non solo quello!

A presto, con i nuovi post dell’Angolo di Mamma Natura.

Foto in copertina| acidpix

Segnala un errore

Creativa dalla nascita anche se traviata dagli eventi, dopo un passato da revisore contabile, diventa mamma di Giulia Celeste e decide di cambiare vita. Si reinventa fashion designer (quasi) e per necessità e virtù si appassiona alla naturopatia e all’alimentazione naturale. Su Le Nius scriverà di bambini e ricette come natura comanda.

4 Comments

  1. i passatelli sono una figata assoluta! specie con sugo di pesce o nel brodo di pesce le sere invernali…

    • A me piacciono in tutti i modi. Di solito in inverno li cucino in brodo mentre in estate li condisco da asciutti, buonissimi!

  2. Pur comprando poco pane, recentemente, per i passatelli faccio sempre una eccezione e riesco a trovarne !per me i migliori sono quelli che mia madre fa a Natale, l otto dicembre, in brodo. Una meraviglia!
    Suggerirei anche i canederli verdi e bianchi. 🙂

    • Ciao Stefy, anche mi piacciono molto anche i canederli, potrei proporre qualche ricetta anche di quelli. Vado pazza per la cucina tirolese e ne ho assaggiati diversi sia salati che dolci. Li hai mai assaggiati dolci? Buonissimi.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi

Cosa facciamo Le Nius informazione

Cose che cambiano a Le Nius

Il post in cui condividiamo le nuove linee che sono alla base di ciò che proponiamo su Le Nius: ci occupiamo soprattutto di temi sociali e vogliamo farlo con la partecipazione dei nostri lettori e lettrici.
Torna su
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: