Come prendersi cura da soli della pulizia dell’auto3 min read

23 Settembre 2021 Uncategorized -

Come prendersi cura da soli della pulizia dell’auto3 min read

Reading Time: 3 minutes

Secondo una ricerca di CSA Research gli italiani passano in media 5 anni e 7 mesi della propria vita in auto. Un tempo lungo, durante il quale si fanno le cose più svariate: c’è chi fa lunghe telefonate, chi mangia, chi si trucca, chi prende lezioni di inglese. Talvolta si viaggia da soli, pendolando lungo le stesse strade; altre volte si trasportano oggetti e passeggeri.

Qualunque sia l’uso che facciamo dell’auto, quando parliamo della sua pulizia non dovremmo soffermarci solo sulla parte esterna. Igiene e qualità dell’aria all’interno dell’abitacolo, infatti, sono aspetti da non sottovalutare.

Vediamo ora come prenderci cura della nostra auto in autonomia, quali prodotti usare e come.

Pulizia esterna dell’auto

Se hai la fortuna di poter accedere a uno spazio privato dotato di una fonte d’acqua e di uno scarico a pavimento, sei già a buon punto. Ti serviranno un tubo di gomma per innaffiare, un secchio, una spugna morbida, panni soffici e puliti e prodotti specifici per la pulizia.

Inizia con un risciacquo con acqua fredda per togliere la polvere e i detriti più grossolani, partendo dal tetto e procedendo verso il basso. In questo modo anche la sporcizia che aderisce alle superfici inizierà ad ammorbidirsi e sarà più facile rimuoverla.

Puoi usare un tubo di gomma, un secchio o perfino un innaffiatoio. Potresti preferire un’idropulitrice, se ne hai una, ma attenzione: un getto d’acqua troppo aggressivo potrebbe rovinare la vernice, le guarnizioni o penetrare in anfratti che dovrebbero restare asciutti. Un’ultima cosa: non esagerare con l’acqua in questa fase: ricorda che è un bene prezioso per il pianeta!

Ora riempi un secchio con acqua pulita e aggiungi il detergente che hai acquistato nelle quantità indicate sul flacone. Ti consigliamo di scegliere prodotti che abbiano un minore impatto possibile sull’ambiente, biologici e biodegradabili.

Imbevi la spugna e inizia a strofinare con delicatezza la carrozzeria, partendo dal tetto e procedendo verso il basso. Per evitare di graffiare l’auto non accanirti sulle macchie strofinando con troppa forza: bagna di nuovo con acqua e detergente e attendi che si ammorbidiscano. Risciacqua la spugna quando è troppo sporca, utilizzando l’acqua corrente o un secondo secchio.

Per le parti più sporche, come le ruote o le plastiche interne dei parafanghi, è meglio utilizzare una spugna diversa e più ruvida, oppure una spazzola. A seconda del tipo di sporco da rimuovere considera la possibilità di procurarti un prodotto per la rimozione di resine, o uno sgrassatore specifico per i cerchi.

Una volta finito di insaponare, sciacqua di nuovo con acqua, quanto basta per rimuovere la schiuma. A questo punto puoi asciugare, utilizzando panni morbidi e puliti, in cotone o in microfibra.

Illustrazione tratta dal sito tuttoautoricambi.it

Per pulizia degli interni

Sistemata l’apparenza, occupiamoci della sostanza. Per prima cosa svuota l’abitacolo: togli i tappetini, gli eventuali copri-sedili e gli accessori mobili. Procurati una scatola in cui mettere gli oggetti personali (caricatori per il cellulare, peluche, monete…) e pulisci sedili e tappezzerie utilizzando un’aspirapolvere.

Procedi poi passando un panno umido o uno spray igienizzante sulle superfici dure. Per gli anfratti e le scanalature più inaccessibili può esserti utile un pennello pulito per smuovere la polvere. Infine cambia panno e con un prodotto specifico pulisci i vetri, cercando di non lasciare aloni.

Per concludere sbatti e aspira i tappetini prima di rimetterli al loro posto. Fatto questo, puoi decidere di utilizzare un profumatore per l’abitacolo e di disinfettare le superfici, i sedili e le tappezzerie. Altri interventi utili, ma un poco più complessi, sono l’igienizzazione dell’impianto di condizionamento e la sostituzione del filtro abitacolo, per una migliore qualità dell’aria.

CONDIVIDI
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

TORNA
SU