Polpette al finocchietto selvatico e i cardi fritti4 min read

11 Febbraio 2014 Cucina -

Polpette al finocchietto selvatico e i cardi fritti4 min read

Reading Time: 3 minutes

Ho sempre pensato che l’amor dovesse essere celebrato tutti i giorni. L’amore vero, quello che ti fa battere il cuore, quello che ti fa decidere di punto in bianco di mollare tutto e tutti per correre dal tuo amato e vivere in un posto nuovo, trovare un nuovo lavoro, nuovi amici, nuove realtà. A casa mia si celebra l’amore tutti i giorni, tuttavia non si vuole disdegnare del tutto la festa di San Valentino, e perciò entrando nell’ottica dei festeggiamenti, questo giorno è diventato uno di quei giorni dove si può sgarrare, mangiare qualcosa di sfizioso (magari non proprio salutare) accompagnato da due bollicine.

Scartabellando tra le ricette di famiglia sono saltate fuori due leccornie che a casa eravamo soliti mangiare durante la festa del papà, e non si sa mai che dopo San Valentino qualcuno ci diventi davvero.

Oggi vi propongo l’uso di due piante che si possono andare a raccogliere nei campi (e che in alternativa troverete presso i fruttivendoli più forniti) dalle proprietà curative molto importanti.

Il primo è il finocchietto selvatico. Una pianta spontanea usata in cucina per aromatizzare i piatti ma che noi useremo oggi per fare delle gustose polpettine.
Il finocchietto selvatico ha un’influenza positiva su tutti i problemi intestinali, è un tonico epatico e riduce i sintomi da colon irritabile. Si può usare tutto del finocchietto a parte i semi che hanno effetti allucinogeni.

@ fazen
Finocchietto selvatico @ fazen

Il secondo è il cardo. Anch’esso reperibile facilmente nei campi, ha molteplici proprietà, ve ne elenco solo alcune: stimola la produzione di latte materno, riequilibra gli ormoni femminili, ha effetto depurativo e diuretico, facilita la digestione. Del cardo proporrò una padellata preparata con i gambi.

@Lablascovegmenu
Cardi @Lablascovegmenu

Veniamo alle ricette di oggi.

Ingredienti per le Polpette di Finocchietto selvatico

Per 2 persone.

  • 200 g di Finocchietto selvatico
  • Farina biologica di grano duro oppure di Kamut q.b.
  • Sale q.b.
  • Olio extravergine di oliva q.b.
  • Pepe bianco per chi lo desidera

 

Mondare e lavare il finocchietto selvatico e bollirlo in acqua e sale. Scolarlo quando i rami risulteranno sodi. Farlo raffreddare a temperatura ambiente e poi tagliuzzarlo finemente. Poiché trattiene molta acqua iniziare ad aggiungere la farina e amalgamare fino a che si possano formare delle polpettine che poi andrete a schiacciare col palmo della mano. Chi vuole può aggiungere del pepe bianco o in alternativa anche del peperoncino.
Appena pronte, mettere a scaldare l’olio extravergine di oliva e quando avrà raggiunto il punto giusto di calore mettere a friggere le polpettine fino a che saranno dorate su entrambi i lati. Adagiarle su della carta assorbente e consumarle calde.

@Butaris
Polpette aromatiche @Butaris

Ingredienti per la padellata di cardi fritti

Per 2 persone

  • 250 g di Cardi
  • Farina di grano duro o di Kamut q.b.
  • Sale q.b.
  • Menta 3 foglie
  • Basilico 3 foglie
  • Aglio per chi lo desidera uno spicchio
  • Olio extravergine di oliva q.b.
  • Acqua per la pastella

 

Lessare i cardi in abbondante acqua salata dopo averli lavati e mondati. Se li raccogliete attenti alle spine, abbiate cura di toglierle tutte. Quando saranno ben sodi scolateli e fateli raffreddare a temperatura ambiente.
Per la preparazione potete tagliare i gambi nella dimensione che preferite. Poi preparate la pastella con acqua e farina, aggiungete poco sale, la menta ed il basilico a pezzi , e se volete l’aglio tritato finemente. La pastella sarà perfetta se intingendo il cardo vi rimane ben attaccata.
Lasciate intinti i cardi in questa pastella, mentre scaldate l’olio extravergine di oliva per la frittura.
Appena pronto inserite i cardi per la cottura, dovete toglierli quando saranno ben dorati e croccanti.
Adagiateli su della carta assorbente per farli raffreddare leggermente. Sono ottimi tiepidi ma anche freddi, li potete consumare il giorno dopo.

@ thebittenword.com
@ thebittenword.com

 

Vi consiglio di innaffiare sia le polpettine di finocchietto che i cardi con una buona bollicina visto che è festa. Non vi resta che condividere il cibo cucinato con chi amate.

Buon appetito e buon San Valentino.

Foto in copertina | Un ragazzo chiamato Bi

CONDIVIDI
Antonella Di Leo

Creativa dalla nascita anche se traviata dagli eventi, dopo un passato da revisore contabile, diventa mamma di Giulia Celeste e decide di cambiare vita. Si reinventa fashion designer (quasi) e per necessità e virtù si appassiona alla naturopatia e all’alimentazione naturale. Su Le Nius scriverà di bambini e ricette come natura comanda.
3 Commenti
  1. Piergiorgio Rossetto

    Piergiorgio Rossetto

    Ricetta sfiziosa Antonella, per coincidenza proprio stasera preparo lo sformato di cardi

  2. Avatar

    labiro

    Originale, semplice e stuzzicante ad un tempo.. sarei tentata di provare.. ma sono consapevole dei miei limiti in cucina, quindi, potrei provare a lasciare la ricetta in modo casuale sulla scrivania di mio marito e vedere se coglie il messaggio.. non proprio subliminale! ahahah

  3. Antonella Di Leo

    Antonella Di Leo

    Cara Labiro, anche io ho provato a convincere mio marito a cimentarsi in cucina, ma i risultati non sono stati dei migliori. Io fossi in te proverei da solo, sono più semplici di quanto si creda :) fammi sapere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

TORNA
SU