Quel rimedio in più a portata di mano: i benefici dello zenzero

di

Lo zenzero, denominato in ambito medico Zingiber Officinale, è una pianta erbacea delle zingiberaceae, da cui si estrae il rizoma, componente fondamentale di questa spezia che contiene molte proprietà salutari. I benefici dello zenzero sono molti, tanto che è uno dei rimedi naturali più comuni e semplici da assumere.

Si è fatto strada dall’Estremo Oriente sino ad arrivare sulle nostre tavole e nei nostri supermercati dove oggi è reperibile anche il rizoma fresco, oltre la polvere. “Elio e le Storie Tese” ci hanno scritto addirittura una canzone: Natale allo zenzero, che magari vi farà venire voglia di scoprirlo meglio. Intanto, vediamo in che forma è più facile assumerlo e come può esserci utile.

benefici dello zenzero

Le forme in cui possiamo trovare e consumare lo zenzero sono molteplici:

Gli anglosassoni lo chiamano ginger, ma a noi il ginger ricorda più che altro la bevanda dal colore rossastro-chimico e con quel sapore amaro che puoi apprezzare solo con la crescita, tra una patatina e l’altra. E qui vi lascio già intuire quale possa essere uno dei suoi benefici principali – e cioè quello di aiutare la digestione anche di cibi molto pesanti e unti. Tuttavia, non è il ginger ale la sua forma più apprezzabile, ma bensì quella fresca o in forma di olio.

  • Lo zenzero fresco non è altro che una radice nodosa di colore beige con una polpa bianca, e si acquista sia scorticata (zenzero bianco) sia con la pelle (zenzero grigio); quest’ultimo – lo zenzero grigio – consente una conservazione più lunga. Non è un prodotto proprio economico, questo va detto: un rizoma biologico da 200 g, può arrivare a costare oltre i 10 €.
  • Lo zenzero essiccato, o in polvere, mantiene le stesse proprietà di quello fresco, ma costa di meno (sono circa 2 € all’etto) e gode di una conservazione ancora maggiore, basta tenerlo in un luogo fresco e asciutto. Rispetto allo zenzero in radice ha meno sapore, quindi se vi piace avvertire subito il gusto pungente è meglio non consumarlo polverizzato, una forma che si presta di più per esaltare il gusto di altri ingredienti che per dare ai piatti un sapore unico e deciso.

benefici-dello-zenzero

  • L’olio essenziale di zenzero è la forma più benefica ma anche la più cara. Essendo un concentrato di tutti i principi attivi si presta a diversi fini: oltre all’utilizzo in campo medico, viene usato anche come olio per i massaggi o come deodorante per ambienti. Va usato con accortezza e seguendo le indicazioni fitoterapiche di un esperto.
  • Lo zenzero candito è un’altra via ancora: ha un gusto dolce e si può usare per arricchire un dessert, ma attenzione a non abusarne poiché è molto calorico.
proprietà e benefici dello zenzero
@TheDeliciousLife

Perché lo zenzero ci fa bene?

Nonostante gli studi scientifici su proprietà e benefici dello zenzero non siano stati portati a termine del tutto, in ambito fitoterapico si ritiene che la pianta sia molto efficace contro infezioni gastriche, nausea, vomito, meteorismo, dispepsia, nevralgie di vario genere e persino disfunzioni circolatorie. Lo zenzero è considerato un buon digestivo e si pensa che, oltre a possedere virtù toniche ed antiossidanti, sia caratterizzato anche da proprietà afrodisiache.

L’azione più mirata dei benefici dello zenzero è però quella che riguarda l’attività gastrointestinale: velocizza i processi di digestione, evitandoci le fastidiose sensazioni di sregolatezza e gastriti, poiché stimola la produzione di succhi gastrici grazie al gingerolo, complessi vitaminici A, B6 e K e lo shogaolo, che favorisce l’assorbimento dei cibi. Il gingerolo, in particolare, è un antisettico naturale, che col suo potere cicatrizzante stimola il processo di risanamento dei tessuti. Inoltre è un antibatterico, perciò regolarizza l’acidità di stomaco contrastando la presenza dell’helicobacter pylori, il batterio responsabile della cattiva digestione, del bruciore di stomaco, dei reflussi gastrici e della gastrite.

Essendo antisettico, lo zenzero, è anche antinfiammatorio: aiuta a combattere il mal di gola, persino nelle sue forme più gravi, ed è utile contro i sintomi influenzali, infatti decongestiona le vie respiratorio e scioglie il muco, evitando la tosse. Oltretutto è anche antipiretico, quindi può abbassare la febbre, ed avendo capacità diaforetiche, aumenta la sudorazione favorendo l’eliminazione delle tossine. Ecco infatti che sul mercato abbiamo visto comparire molti tè e tisane con zenzero associati al periodo invernale.

Come se non bastasse, è un ottimo alleato per chi ha intenzione di dimagrire: essendo termogenico favorisce la produzione di calore interno al corpo e quindi consente di bruciare più calorie. Velocizza il metabolismo, riducendo il senso di fame, poiché è ricco di fibre e sali minerali e possiede (se assunto al naturale) un apporto calorico molto basso.

Ricordate sempre che, visto il lungo elenco di proprietà, è buona cosa non abusare del consumo di zenzero: potrebbero infatti conseguirne diverse controindicazioni. Se assunto a piccole dosi vi assicurerà degli effetti benefici, ma mai esagerare, o gli effetti saranno sicuramente contrari.

Un esempio di consumo ideale di zenzero?

Masticare 1 o 2 g di radice al giorno prima dei pasti e crudo da masticare. Oppure utilizzare il pezzo di radice di zenzero fresco grattugiato come condimento darà un tocco in più alle vostre ricette e farà sorridere il vostro apparato digerente. Non dimentichiamo che è anche una spezia molto piacevole da usare nella preparazione di piatti salati a cui dona un leggero piccante. Con la stessa quantità di radice si può preparare una semplicissima tisana con acqua a 80° e l’aggiunta di limone. Oppure un centrifugato estivo.

benefici-dello-zenzero

Scopri anche:

 

Segnala un errore

Dottoranda, indologa e foodlover. Approda al blogging nel 2011 con Ravanello Rosa Pallido e realizza meglio che l’ossessione per il cibo è ovunque. In Burundi o a Londra, e per motivi opposti: food scarcity o food porn. Vivrebbe costantemente in viaggio e freme per le partenze e la curiosità.  [email protected]

Commenta

Ultimi

pan dei morti

Dolci dei morti e l’Halloween mediterraneo

Cibo e morte sono uniti in quanto contrapposti. La ritualità di preparare dolci per la notte dei morti, come i biscotti pan dei morti, è una tradizione italiana da rispolverare.
Torna su