Bari International Film Festival 2015: tra Fritz Lang e Francesco Rosi

di
Bari-International-Film-Festival 2015
@Bif&st 2015

Il Bari International Film Festival 2015, Bif&st, è il festival del cinema internazionale che si svolge annualmente a Bari. Sta per cominciare la sesta edizione, il prossimo 21 Marzo, e siamo andati a scoprire quali sono le novità di questo anno di alcune sezioni del festival.

Il cinema di Fritz Lang al Bif&st 2015

Fittissima sarà la retrospettiva dedicata al regista austriaco Fritz Lang, fuggito dalla Germania all’avvento del nazismo nel 1933, curata da Laudadio e dallo storico del cinema Carlo di Carlo. Al Multicinema Galleria di Bari durante la settimana del festival saranno proiettati i film più significativi del regista austriaco: Metropolis, M-Il mostro di Düsseldorf, Mabuse, Furia, Anche i boia muoiono e altri. Alla proiezione si aggiungeranno i materiali documentari provenienti dalle Teche RAI, i materiali iconografici provenienti dalla Mediateca Regionale Pugliese e la proiezione di altri otto film ispirati da Metropolis, realizzati da Jean-Luc Godard, George Lucas, Ridley Scott, James Cameron, Luc Besson.

Sarà inoltre messa in scena l’edizione di Metropolis rimontata a colori e musicata dal compositore italiano Giorgio Moroder.

Il Cinema di Francesco Rosi al Bif&st 2015

Il Bif&st 2015  celebrerà e a ricorderà il lavoro e l’impegno cinematografico e sociale di Francesco Rosi, recentemente scomparso. In collaborazione con la Cineteca di Bologna e le Teche RAI sarà organizzata una vasta retrospettiva delle sue opere, che include anche i due film recentemente restaurati dalla Cineteca di Bologna: Salvatore Giuliano e Le mani sulla città. Nel 2010 Rosi aveva ricevuto il ‘Premio Federico Fellini’ per l’eccellenza artistica ed è stato protagonista nell’edizione 2014, grazie alla sua lunga collaborazione con Gian Maria Volonté, cui il festival ha dedicato un bellissima retrospettiva. Una delle ultime interviste del regista Rosi, confluita nel documentario Rosi racconta Volonté, sarà riproposta anche in questa edizione.

Lungometraggi e Opere Prime

Nella sezione italiana Lungometraggi e Opere prime e seconde del Bif&st 2015 saranno in concorso i migliori film italiani prescelti fra quelli distribuiti nelle sale o passati nei festival nazionali e internazionali da marzo 2014 a marzo 2015. Una giuria espressa dal Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani e composta dai critici Franco Montini (presidente SNCCI), Vito Attolini, Paola Casella, Francesco Gallo, Andrea Martini, Cristiana Paternò e Federico Pontiggia attribuirà i molteplici riconoscimenti ai lungometraggi in concorso. Mentre la giuria della sezione Italiana Opere prime e seconde, composta da 30 spettatori selezionati e presieduta dal critico e docente di cinema Jean Gili, attribuirà il ‘Premio Opera Prima e Seconda Francesco Laudadio’ al miglior film italiano prescelto fra quelli distribuiti da marzo 2014 a marzo 2015. I film in concorso sono Senza nessuna pietà di Michele Alhaique; Perez di Edoardo De Angelis; Last summer di Leonardo Guerra Seràgnoli; La foresta di ghiaccio di Claudio Noce.

Documentari

Nella sezione Documentari del Bif&st 2015 verrà presentato fuori concorso un numero molto ristretto di documentari italiani prescelti fra i migliori dell’anno dalla direzione artistica, con la collaborazione di Maurizio Di Rienzo: Io sto con la sposa di Antonio Augugliaro, Gabriele Del Grande e Khaled Soliman Al Nassiry; La zuppa del demonio di Davide Ferrario; Franco, un uomo in piedi e la signora vestita di nebbia di Mimmo Mongelli; Quando c’era Berlinguer di Walter Veltroni; The Special Need di Carlo Zoratti.

Laboratori e workshops al Bif&st 2015

Assolutamente inedita è l’iniziativa del Bif&st 2015 che ospiterà quattro Laboratori formativi e informativi dedicati a Scenografia e Costumi organizzato con la stretta collaborazione dell’Associazione italiana scenografi, costumisti, arredatori (ASC) e con la partecipazione di alcuni professionisti operanti sul territorio pugliese. Per i Laboratori (Scenografia per il cinema; Scenografia per il teatro lirico e di prosa; Scenografia per la televisione; Costumi), a numero chiuso, saranno scelti venti allievi, selezionati in base ai loro curricula.

Dal 21 marzo il Teatro Petruzzelli con proiezioni serali fuori concorso ospiterà le otto Anteprime internazionali e per la sezione in concorso Panorama Internazionale con proiezioni pomeridiane pomeriggio saranno proiettati dodici 12 film prodotti nel mondo nell’ultimo anno e inediti in Italia. Una giuria composta da trenta spettatori selezionati, presieduta dal produttore e distributore Valerio De Paolis, fondatore della BIM, attribuirà il Premio Bif&st 2015 al miglior film in concorso.

A concludere il festival una mostra fotografica con le fotografie realizzate negli anni scorsi dai fotografi ufficiali del Bif&st, Pasquale Susca e Nicola Amato, allestita in Piazza del Ferrarese dinanzi alla Sala Murat.

Nell’attesa che il Bari International Film Festival 2015 cominci, fino al 20 marzo, si svolgerà Aspettando il Bif&st, una sorta di prologo del festival del film di Bari, in cui saranno presentati in contemporanea nei tre Cineporti di Puglia (Bari, Lecce, Foggia) i 41 film italiani premiati dal 1948 ad oggi con il premio ‘Prix Fipresci,’ un prestigioso riconoscimento attribuito ai migliori film dei maggiori festival internazionali dai critici della Fipresci, la Federazione mondiale della stampa cinematografica.

Il Bari International Film Festival 2015 è promosso dalla Regione Puglia, e prodotto dall’Apulia Film Commission in collaborazione con il Comune di Bari e l’Università degli Studi Aldo Moro e avrà luogo dal 21 al 28 marzo.

Segnala un errore

Brigida Ranieri nasce il 21 luglio 1983. Dottore di ricerca in Filologia Classica e redattrice presso il Thesaurus Latinae Linguae a Monaco di Baviera, ora è ricercatrice all'Università degli Studi di Perugia. Ama leggere e viaggiare e vive la vita come in un romanzo russo o in un film in bianco e nero di Godard in compagnia di Jean Paul Belmondo.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi

recensione silence

Silence, parola di Scorsese

Silence, di Martin Scorsese, è un film di 160' capace di parlare allo spettatore occidentale della sua spiritualità raccontando un evento storico distante nel tempo e nello spazio.
Torna su