Badland, chi non vola è perduto

di

BadlandAlle volte, anche se purtroppo non molto spesso, sfrucugliando su Google Play o sull’app store di Apple capita di imbattersi in piccoli capolavori videoludici. Se poi sono gratuiti come Badland, primo titolo sviluppato da Frogmind, allora è proprio il caso di tuffarcisi a capofitto. Certo, per poter giocare tutti i contenuti e per liberarci delle pubblicità è necessario pagare una manciata di euri… ma fidatevi, nel caso vi decideste, sarebbero in ogni caso soldi ben spesi.

BadlandLa prima cosa a colpire di Badland è il suo stile grafico, con silhouette nere in primo piano e ambientazioni suggestive e colorate in sottofondo e un mood cupo che ricorda in qualche modo un altro bellissimo gioco, Limbo. La seconda, è il suo simpatico personaggio, una sorta di pipistrellino peloso, capace non tanto di volare, quanto piuttosto di svolazzare, e destinato nel corso del gioco a moltiplicarsi più e più volte.

Frogmind ha fatto dell’immediatezza un punto di forza. Bastano infatti pochi tentativi per capire come far svolazzare, con alcuni semplici, ma ben dosati colpi di dito, il nostro protagonista attraverso i livelli a scorrimento orizzontale. E guidarlo attraverso i vari ostacoli, che siano essi seghe circolari, spunzoni, complessi meccanismi o quant’altro, evitando di rimanere indietro rispetto alla schermata.

badland_3A movimentare i livelli, una notevole serie di power up, che da soli o combinati aiutano oppure ostacolano il pipistrellino nella sua traversata. Così lo vedremo velocizzarsi, rallentarsi, ingrandirsi, rimpicciolirsi, rimbalzare, diventare  appiccicoso e soprattutto, come detto, moltiplicarsi in tanti cloni, da traghettare in numero maggiore possibile fino alla fine del livello.

L’insieme di situazioni e combinazioni possibili in Badland è tale da garantire un’enorme variabilità di gioco. E i save point sono abbastanza frequenti (e peraltro anche skippabili) da non rendere mai frustrante l’esperienza ludica. Se non avete spazio sul vostro tablet o smartphone, cancellate quella stupida app per aggiungere filtri alle foto di gattini e installate subito il gioco di Frogmind!

http://www.youtube.com/watch?v=FjysXld6GvI

Segnala un errore

Ciao a tutti, mi chiamo Agu e ho un problema con l’alce. E pure con i correttori automatici. Sono giornalista freelance. Pubblico racconti e disegnetti sul mio blog, Come un dinosauro in un bicchier d’acqua. Se ne avete voglia, dateci un occhio. Prima o poi ve lo restituiremo.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi

Gimme5, qualche domanda a chi la usa

Una raffica di domande a uno studente che usa Gimme5 per i suoi piccoli investimenti: "Chi sei? Quanto usi questa app? Quanto ci hai guadagnato?".
Torna su