Amsterdam per coppie: un viaggio di passione3 min read

31 Marzo 2014 Viaggi -

Amsterdam per coppie: un viaggio di passione3 min read

Reading Time: 3 minutes
Amsterdam per coppie
@iolanda

Sembra una città per soli ragazzi in cerca di trasgressione fra Coffee Shop e Red Light District, ma è falso. Amsterdam può offrire lo scenario ideale per una fuga di coppia anche agli innamorati in cerca di passione, scenari romantici e cenette intime. Ecco i nostri consigli per un weekend di fuoco.

Amsterdam per coppie: una crociera privata

Non sarà economico, ma noleggiare una barca e una guida per una piccola crociera tra i canali di Amsterdam è molto più romantico del sedersi accanto a stranieri con adolescenti o, peggio, bambini urlanti al seguito in una traversata di gruppo. Prenotando una Salon Boat potrete gustare una cena privata con il vostro partner, sorseggiando champagne mentre navigate sulle acque della città. Prenotate presso la Rent a Boat Amsterdam.

Un diamante fresco fresco

Anche se non potete permettervi una delle pietre da 105 carati acquistate dalla casa reale inglese, visitate Coster Diamonds o altre fabbriche di diamanti come Gassan per un tour gratuito alla scoperta dell’antica arte di pulire e tagliare i diamanti. Se poi trovate qualcosa adatto alle vostre tasche (e alla vostra compagna), non fatevi scappare l’occasione di comprare un gioiello unico.

Musei del sesso

Prima di avventurarvi per le strade del Red Light District, fatevi una cultura sul sesso. Potete visitare il Sexmuseum, il più vecchio della città nonché il più completo: statue, dipinti e oggetti che fanno riferimento all’amore carnale sono esposti in un edificio del XVII secolo. Se avete voglia di assistere a uno spettacolo piccante dopo esservi fatti una cultura sul mondo del sesso, visitate Casa Rosso. Qui sono raccolti i simboli e la storia dell’erotismo mondiale.

Amsterdam per coppie: negozi dell’amore

Se non volete inibire la vostra lei portandola in un classico sexy shop, vi consigliamo I love you shop: la discrezione e la simpatia del personale, l’arredamento e l’assortimento faranno divertire entrambi. Potete puntare su lingerie e altri curiosi passatempi come il Kinky Heart, una scatola con tanti messaggi stampati su rotoli di carta da raccogliere con una pinzetta: in questi biglietti ci sono domande che vi aiuteranno a scoprire fantasie segrete del vostro partner o nuove posizioni mai sperimentate.

Red Light District

Passiamo al lato hot della città, quello sicuramente noto ai più. Passeggiare tra le vie di questo quartiere è un’esperienza trasgressiva, per lo più vissuta da chi è single. Ma anche le coppie possono guardare le vetrine e passeggiare liberamente: attenti a non infastidire le lavoratrici con fotografie e inutili domande. Per chi volesse spingersi “oltre” con la propria compagna e vivere un’avventura trasgressiva con una sex worker, basta chiedere: come sempre, è solo una questione di soldi.
Il mondo omosessuale si concentra sulla Warmoesstraat e Zeedijk, dove ci sono locali osé, sexy shop, negozi di oggettistica e abbigliamento hard.

Hotel

Situato nel quartiere chic Joordan, il Toren Boutique Hotel è l’ideale per chi cerca il design unito ad un’atmosfera giocosa ed elegante. Nella hall si trova un muro di valigie, firmato dall’artista Wim Hoopman. Anche il CitizenM Hotel è stato concepito nel segno del design che si piega alle esigenze della coppia, grazie alla presenza di oggetti come il Mood Pad, un congegno che regola le luci e i suoni nella stanza in base alle preferenze dell’ospite.

Ristoranti

Mangiare con le mani unisce al bisogno primario di testare il mondo attraverso la nostra bocca l’irresistibile piacere di usare la nostra pelle per un contatto totale col cibo. Quale esperienza più erotica, dunque, che andarci con il proprio partner in un ristorante dove si può mangiare senza posate, usando solo le dita? Se l’idea vi piace prenotate al ristorante africano Abyssinia: le spezie e l’esperienza culinaria ecciteranno tutti i vostri sensi.
Se avete voglia di un’atmosfera intima e sofisticata, andate da De Compagnon. Il ristorante si trova in una canal house e ha diverse sale con soffitti bassi e molta privacy.

CONDIVIDI

Stefania nasce nel '82, mentre in Portogallo si dava alle stampe l’allora sconosciuto Il libro dell’inquietudine di Pessoa. Il suo destino sembra essere legato all’editoria: lavora per 10 anni in 4 diverse fucine editoriali. Sin dai tempi dell'università, scrive di libri su vari portali. Ora lavora come web editor freelance, scrive di libri, finanza e lifestyle e, quando è tempo, fa l’olio più buono del mondo.
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

TORNA
SU