5 motivi per vedere la serie TV Penny Dreadful3 min read

2 Marzo 2015 Cultura TV -

5 motivi per vedere la serie TV Penny Dreadful3 min read

Reading Time: 3 minutes
5 motivi per guardare la serie tv Penny Dreadful
@Supernino

L’entusiasmante serie TV Penny Dreadful horror americana, inedita al momento in Italia, prende il nome dalle omonime pubblicazioni periodiche a tema horror del Regno Unito (XIX secolo) ed è ispirata a La Lega degli Uomini Straordinari di Alan Moore. La serie narra le origini di personaggi della letteratura horror, Victor Frankenstein, il Licantropo, Dorian Gray, il Conte Dracula, alle prese con la loro alienazione mostruosa in una cornice suggestiva e gotica vittoriana.

Ecco per voi dei buoni motivi per vedere questa serie tv horror americana, trasmessa per ora solo sul canale via cavo Showtime dall’ 11 maggio 2014.

5 motivi per vedere la serie tv Penny Dreadful

5 motivi per guardare la serie tv Penny Dreadful
Eva Green

La complessità della trama e le commistioni narrativo-cinematografiche. La prima serie di Penny Dreadful in 8 episodi muove inizialmente dalle vicende di Mina, scomparsa in singolari circostanze. Si concentra, poi, su altri filoni narrativo-cinematografici, primo fra tutti quello di Dracula, che però non è mai presente sulla scena, e i suoi antagonisti e cacciatori, Van Helsing e Vanessa Ives (interpretata da Eva Green), l’affascinante amica di Mina dalle virtù profetiche e anche l’unica in grado di comunicare con lo spirito dell’amica scomparsa.

Londra gotica. Fin dal primo episodio si scopre ben presto che la vicenda di Mina è solo pretesto per mettere in scena, in una Londra gotica e fumosa, i personaggi più suggestivi della letteratura e del cinema di genere horror, Frankenstein, Dorian Gray, vampiri e licantropi.

Tensione e pathos al fumo di Londra. Negli episodi di Penny Dreadful della prima serie la tensione e il pathos sono sempre al massimo, anche nei momenti di rievocazione del passato o di analisi introspettiva dei personaggi. Non ci sono tempi morti e la scenografia e i personaggi tengono avvinto lo spettatore allo schermo. I personaggi della serie, caratterizzati da diversità, mostruosità, genialità, possessione demoniaca o immortalità, rivelano non solo la natura straordinaria del proprio essere, ma anche l’inevitabile e malinconica solitudine che ne deriva.

Un cast horror perfettamente riuscito. La serie televisiva, una co-produzione statunitense e britannica, è ideata e scritta da John Logan, noto sceneggiatore americano (tra gli altri The Aviator e Hugo Cabret di Martin Scorsese, American Beauty e James BondSkyfall di Sam Mendes). Gli attori vestono straordinariamente i panni gotici e interpretano personaggi noti del cinema e della letteratura in modo originale e credibile. Tra i protagonisti, l’ex agente 007 Timothy Dalton, resuscitato per l’occasione, il bello e dannato ma scomparso dalle scene Josh Hartnett e una bellissima, travolgente e orrorosa Eva Green. La vera punta di diamante di Penny Dreadful è proprio lei, splendida negli abiti vittoriani, sensuale, trasgressiva, inquietante e terrificante nei momenti di possessione demoniaca.

Tanti misteri insoluti attendono di essere svelati. Nessun filone narrativo si risolve nella prima serie e si è in attesa della seconda per assistere all’happy o unhappy end.

Il pubblico è in trepidante attesa della primavera 2015 (3 maggio) per godersi la seconda serie di Penny Dreadful che, ci si augura, mantenga inalterato il successo della prima… e che sia trasmessa presto in chiaro anche in Italia!

Se non vi abbiamo convinti così provate a guardare il trailer.

 

Per scoprire quale altre Serie TV ci piacciono cliccate qui.

CONDIVIDI
Brigida Ranieri

Brigida Ranieri nasce il 21 luglio 1983. Dottore di ricerca in Filologia Classica e redattrice presso il Thesaurus Latinae Linguae a Monaco di Baviera, ora è ricercatrice all'Università degli Studi di Perugia. Ama leggere e viaggiare e vive la vita come in un romanzo russo o in un film in bianco e nero di Godard in compagnia di Jean Paul Belmondo.
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

TORNA
SU