Sondaggi elettorali | Movimento 5 Stelle primo partito

di

Di legge elettorale non si parla più: come quei tormentoni estivi che all’apparire di settembre scompaiono, così la discussione su come si andrà a votare si è dissolta “come lacrime nella pioggia”. Si andrà a votare a fine 2017 o, più probabilmente, nel 2018 e tra maggio e giugno scopriremo se si farà con un “nuovo” Mattarellum o con una legge di tipo proporzionale. Questo si ripercuote inevitabilmente anche nei sondaggi e nelle preferenze espresse dagli elettori: da una parte l’attuale legge in vigore premia una maggiore frammentazione e una scelta più di cuore che di campo, dall’altro continua la crescita del Movimento 5 Stelle che resta però lontanissimo dal poter anche solo pensare di governare da solo.

Il movimento di Grillo ha il vento in poppa, nonostante i disastri di Roma o le polemiche di Genova: l’elettorato 5 stelle non sembra particolarmente infastidito dalla durezza con cui Beppe Grillo sta amministrando il Movimento 5 Stelle. I 5 Stelle hanno davanti nel 2017 un’elezione regionale in Sicilia in cui partono strafavoriti e sono ormai stabilmente il primo partito in Italia: riusciranno a gestire la pressione e ad approfittare del vento favorevole?

Il Partito Democratico dopo un periodo difficile si è assestato intorno al 25-26%, senza particolari sbandamenti dopo la scissione: la perdita di qualche punto potrebbe in futuro venire colmata da una possibile alleanza dei democratici con il Campo Progressista di Giuliano Pisapia. Matteo Renzi corre verso la riconferma come segretario e come leader, un evento ormai dato per scontato da tutti i sondaggi, che vedono l’ex premier doppiare Orlando, mentre Emiliano resta lontano anni luce: secondo Scenari Politici i sondaggi sulle primarie PD danno rispettivamente Renzi al 66,4%, Orlando al 30,5% e Emiliano al 3,2%. Articolo 1 (Democratici e Progressisti) sembra assestarsi intorno al 4% e nonostante D’Alema, Bersani, Rossi e Speranza non pare avere davanti a sé un futuro luminoso: senza il Pd o una strategia che preveda un’alleanza con l’odiato Renzi, MDP sarà al massimo in grado di conquistare qualche seggiola in Parlamento. Diverso il progetto di Campo Progressista, Giuliano Pisapia sogna di ricompattare il centro sinistra in un programma decisamente più socialdemocratico rispetto al governo Renzi, che pur resterebbe il leader di una difficile coalizione.

A destra le cose a poco a poco stanno tornando a favore di Berlusconi: la Lega Nord di Salvini è bloccata ormai da più di un anno al 12% e nonostante i viaggi del segretario a Napoli o Lampedusa è evidente come il leader leghista e nazionalista non sfondi al Sud, dove anche Giorgia Meloni non sembra fare sfracelli con Fratelli d’Italia, fermi tra il 4,5 e il 5%. Il centro destra per governare deve puntare su una leadership più moderata del lepenista e anti-europeista Salvini, concetto reso ancora più evidente dai sondaggi che danno Forza Italia sopra alla Lega, seppur di poco. Il sistema proporzionale potrebbe permettere ai tre schieramenti a destra di presentarsi separati, facendo poi i conti alla fine delle prossime elezioni: la grossa incognita resta Silvio Berlusconi: sarà in grado di reggere l’ennesima campagna elettorale?

Poco da annotare per ora sul nuovo partito del Ministro degli Esteri Angelino Alfano, Alternativa Popolare, che resta su percentuali simili al Nuovo Centrodestra e rischia seriamente di non arrivare neanche in Parlamento, così come Sinistra Italiana. Ad oggi nessuna coalizione possibile o schieramento sarebbe in grado di governare da solo. Vediamo gli ultimi sondaggi di EMG per La7:

sondaggi elettorali 27 marzo
@la7
Sondaggi elettorali: numeri e possibili coalizioni in vista delle prossime elezioni
@la7

Cosa dicono gli altri sondaggi? L’Istituto Piepoli continua a dare il Pd come primo partito, gli altri istituti sono in linea con Emg.

Sondaggi elettorali Index

M5S 31%
Partito Democratico 25,4%
Forza Italia 12,5%
Lega Nord 12,3%
Fratelli d’Italia 5%
Democratici e Progressisti 4,1%
Sinistra Italiana 2,4%
Alternativa Popolare (ex Ncd) 2,7%

Sondaggi elettorali IPSOS/Corriere della Sera

M5S 32,3%
Partito Democratico 26,8%
Lega Nord 12,8%
Forza Italia 12,7%
Fratelli d’Italia 4,6%
Democratici e Progressisti 3,3%
Alternativa Popolare 2,8%
Sinistra Italiana 2,7%

Sondaggi elettorali SWG

Partito Democratico 28,1%
M5S 26,9
Forza Italia 13%
Lega Nord 12,4%
Fratelli d’Italia 4,9%
Democratici e Progressisti 4,7%
NCD – Popolari 3,3%
Campo Progressista (Pisapia) 3,2%
Sinistra Italiana 2,3%
Rifondazione Comunista 1,2%

Sondaggi elettorali TECNÈ

M5S 29%
Partito Democratico 23%
Forza Italia 13,5%
Lega Nord 13%
Democratici e Progressisti 6,5%
Fratelli d’Italia 5,5%
Campo progressista 2%
Sinistra Italiana 2%
NCD – Popolari 1,5%

Sondaggi elettorali IPR MARKETING

M5S 30%
Partito Democratico 23%
Lega Nord 13%
Forza Italia 12%
Democratici e Progressisti 6%
Fratelli d’Italia 5%
Sinistra Italiana 4%
NCD – Popolari 3,5%

Sondaggi elettorali ISTITUTO PIEPOLI

Partito Democratico 27-28%
M5S 26-28%
Forza Italia 14%
Lega Nord 12%
Fratelli d’Italia 4-6%
Democratici e Progressisti+Campo Progressista (Pisapia)+Civati 6-8%
NCD – Popolari 3,3%
Movimento Sovranista di Alemanno e Storace+Conservatori e Riformisti di Fitto 2-3%

Sondaggi elettorali Ixè

M5S 27,9%
Partito Democratico 26,4%
Forza Italia 12,8%
Lega Nord 12,2%
Fratelli d’Italia 4,9%
Articolo 1 (Democratici e Progressisti) 4,3%
Sinistra Italiana 2,6%
Area Popolare 2,5%

Sondaggi elettorali DEMOS

M5S 28,8%
Partito Democratico 27,2%
Forza Italia 11,5%
Lega Nord 10,6%
Fratelli d’Italia 6,7%
Sinistra Italiana (e altre componenti a sinistra) 5,4%
Democratici e Progressisti 4,2%

Segnala un errore

5 Comments

  1. 5 stelle e lega non c’entrano niente l’uno con l altro.So che i leghisti lo auspcano tanto, ma si devono rendere conto che i 5 stelle non sono ne ladri ne xenofobi, quindi consiglio loro di allearsi col vecchietto Berlusconi!

  2. Perché chiamano DITTATURA la COERENZA? Io penso ( e con me tanti altri) che Grillo faccia solo rispettare le linee guida del partito e chi vuole seguirlo deve OVVIAMENTE condividerle! Viceversa, ha possibilità DEMOCRATICA di accodarsi ad altri partiti.

Commenta

Ultimi

Torna su